Home Aneddoti Pazzia di un filosofo e poeta romano: Lucrezio

LucrezioCarmina sublimis tunc sunt peritura Lucretii
exitio terras cum dabit una dies

Ovidio

[Le poesie del sublime Lucrezio si estingueranno
quando un unico giorno porterà il mondo alla distruzione]

Lucrezio è il poeta romano che scrisse La natura delle cose, un poema filosofico di oltre seimila versi in cui espone la dottrina del greco Epicuro, esalta la ragione dell'uomo e descrive ogni aspetto della natura.

Si sa poco della sua vita e quel poco ce lo tramanda San Girolamo mentre tratta gli avvenimenti dell'anno 50 aC.:

In quell'anno morì Lucrezio, impazzito per gli effetti di un filtro d'amore. Egli nei momenti di tregua della follia scrisse alcuni libri e si uccise con le sue mani a 43 anni.