mappa

Viaggio non fatto con il cammello, ma con l'aereo e il pullman, giugno 2000

SAMARCANDA, lungo la Via della Seta


Samarcanda1 

 

Abbiamo già visitato altre città dell'Uzbekistan, fra cui Khiva e Bukhara, e arriviamo a Samarcanda da sud est

Terra rossa, poche abitazioni

Samarcanda2

Samarcanda4A due chilometri dall'odierna città si trova il sito dell'antica Samarcanda

 

Essa fu fondata nel V secolo a.C., si chiamava Maracanda ed era famosa per la sua bellezza

Samarcanda3 

Quando Alessandro Magno ci arrivò, nel 329 a.C., la città era la capitale della Sogdiana. L'aveva sentita decantare ma lo stesso esclamò: 'E' più bella di quanto mi aspettassi'

 

Questo non gli impedì di espugnarlaSamarcanda5

 


Samarcanda201

Qui c'era la villa a due piani di un ricco proprietario terriero. Durante gli scavi, nel salone della villa è stato trovato un grande affresco del VI secolo d.C., ora al museo

Samarcanda202

Samarcanda203Samarcanda204

 

 

 

 

 


 

Tutto ciò che vediamo oggi di magnifico a Samarcanda è opera di Tamerlano, che ne fece la sua capitale nel 1370 e del suo illuminato nipote Ulugh-bek

 

 

 

 

 

Samarcanda301

La foto non fa giustizia, non rende la grandiosità e la bellezza di questa piazza, che è uno dei monumenti più straordinari che io abbia visto. Hanno anche avuto il cattivo gusto di montare scalinate di ferro ora arrugginito con sedili per un teatro all'aperto

Samarcanda302

 

Gli edifici sono tre medresse, scuole coraniche e accademie, costruite fra il 1400 e il 1600

 

Nella medressa di sinistra, la più antica, terminata nel 1420, si insegnava teologia, astronomia e filosofia. E matematica, insegnata proprio dal nipote di Tamerlano Ulugh-bek

 

Qui studiavano un centinaio di giovani

Samarcanda401

Samarcanda402

 Samarcanda501

 

La medressa al centro è rivestita d'oro

 

La medressa di destra risale all'inizio del '600. Sulla facciata si vedono due tigri. Eccezione alla legge islamica che non permette di rappresentare esseri viventi

 Samarcanda502

 

 

  

  

 

 

 

 


   

TAMERLANO

  Samarcanda601

 

 

Qualche notizia su questo crudele e affascinante personaggio. Si chiamava Timur-e Lang, cioè Timur lo Zoppo

Samarcanda602 

Capo di una tribù mongola, riuscì a ricostituire l'impero di Gengis Khan dalla Persia all'India

 

Nel 1950 venne fatta una ricognizione alle sue ossa e trovarono che veramente l'anca era stata ferita. Trovarono anche che gli mancavano due dita

 Samarcanda603

Queste pietre furono usate personalmente da Tamerlano

La vasca per le abluzioni e la base del suo trono

 


Samarcanda701 

Morì molto lontano dalla sua capitale mentre col suo esercito era in marcia a conquistare la Cina

 

Era il novembre del 1405. Misero il suo corpo in questa bara e attraverso strade ghiacciate, neve dappertutto e passi montani chiusi riuscirono a portarlo a SamarcandaSamarcanda702

 

 

 

Questo è il suo sarcofago, su cui è scritto:

Samarcanda703 

'Qui giace il glorioso, il clemente signore, il magnifico combattente, Tamerlano conquistatore della terra'

 

Questo è il Mausoleo del Principe, fatto costruire da lui stesso, dove ora si trova il sarcofago

 

Samarcanda801

 


 

Successore di Tamerlano fu Ulugh-bek, il figlio di suo figlio

Egli fu un personaggio diversissimo, ci è sufficiente leggere questo suo pensiero per capirlo

Le religioni si diradano come le nebbie, i regni spariscono, ma le vie della scienza sono eterne e infinite

Usando un enorme astrolabio di marmo egli scoprì duecento stelle fino ad allora sconosciute e a svolgere calcoli accuratissimi sulla durata dell'annoSamarcanda802

Questo è ciò che rimane dell'osservatorio astronomico da lui costruto

Samarcanda803 

 

 

Accadde però questo. Il figlio di Ulugh-bek, giovane ambizioso, voleva il trono e si accordò con le autorità religiose che non vedevano di buon occhio un sovrano più interessato alla scienza che al Corano. Aveva cinquantasei anni Ulugh-bek quando venne ucciso.

 


A Samarcanda, oggi

Samarcanda901

Samarcanda902

 Samarcanda903

 

Samarcanda908   

  

 

 

 

 

  Questa sono io con un vecchietto uzbeko

   

 

Samarcanda905

Lasciamo Samarcanda e proseguiamo sulla Via della Seta