FrineL'etera Frine visse ad Atene nel 4° secolo aC.

Il suo nome Φρύνη (phryne) voleva dire rospo, ma lei invece era bellissima e il grande scultore Prassitele l'aveva usata come modella per le sue Afroditi.

Divenne ricchissima e, quando Alessandro Magno distrusse le mura di Tebe, si offrì di riedificarle a patto che vi fosse incisa la seguente iscrizione: 'Questa città distrutta da Alessandro fu restaurata da Frine'.

Si racconta che......

una volta fu portata in tribunale con l'accusa di aver costituito un'associazione per il culto di una nuova divinità.

Frine fu difesa dal miglior oratore della città, Iperide, che alla fine le strappò le vesti per mostrare la sua bellezza e commuovere i giudici. Frine fu assolta.