046 Jean Cocteau

 

 

Probabilmente si considerava brutto, Jean Cocteau, se un giorno facendosi la barba malinconicamente osservò: 'Uno specchio dovrebbe riflettere prima di rinviare l'immagine!'

Scrisse romanzi, drammi per il teatro, firmò un balletto e fu regista di cinque film.

Nel 1955 fu accolto nell'Académie Française. Aveva allora superato i sessant'anni e questo fu il suo commento: 'Il guaio con l'Accademia è che, quando si decidono a darci un seggio, avremmo in realtà bisogno di un letto!'

 

047 Jean Cocteau

 

 

 

Si parlava una volta delle analogie fra gli italiani e i francesi. Cocteau disse:

'Gli italiani sono dei francesi di buon umore.'

Parlando dei guai della vecchiaia così si espresse:

'Il peggio di quando si invecchia è che dentro si resta giovani.'

Protagonista di una letteratura d'avanguardia, egli affermò:

'Quando un'opera ci sembra in anticipo sul suo tempo, in realtà è il tempo che è in ritardo rispetto all'opera.'