Il viaggio di Imilcone

Imilcone fu un cartaginese del 5° secolo aC., e probabilmente apparteneva ad una famiglia aristocratica. Suo padre era un importante capo politico e militare.

ImilconeImilcone2In quel periodo la fiorente Cartagine desiderava estendere i suoi commerci e fondare nuove colonie ed empori, perciò furono preparate due spedizioni diverse con a capo due fratelli, Imilcone e Annone.

Imilcone (il cui nome punico era in realtà Chimilkat) fu inviato a esplorare le coste nord occidentali dell'Europa.

Al ritorno egli redasse una descrizione del suo viaggio che però non ci è pervenuta. Abbiamo solo alcune brevi citazioni dell'avvenimento da parte dello storico Avieno.


Il periplo di Annone

Annone era un alto magistrato e fratello di Imilcone e visse a Cartagine nel 5° secolo aC.

Fece un viaggio e al ritorno scrisse una relazione in punico che venne presto tradotta in greco e in questa lingua ci è pervenuta.

Questo è il viaggio di Annone dei Cartaginesi, al di là delle regioni della Libia e delle Colonne di Eracle per fondare colonie.

Annone1Egli partì con settanta navi da cinquanta remi che portavano trentamila uomini e donne con provviste e altre necessità. Dopo aver passato le Colonne di Eracle e aver veleggiato due giorni fondammo la prima città in un'ampia pianura.........Dopo di che siamo arrivati in una laguna vicino al mare coperta da alte canne. Elefanti e altri animali le mangiavano...... Arrivammo a un lago con imponenti montagne attorno piene di selvaggi vestiti di pelli di animali...... Siamo entrati in un fiume molto largo pieno di coccodrilli e ippopotami...... 

periplo_di_Annone


Sbarcammo e di giorno si vedevano solo foreste ma la notte brillavano fuochi e sentivamo suoni di flauti e tamburi. Abbiamo avuto paura e il nostro indovino ci ordinò di partire...... Qui la terra era piena di fuoco e in mezzo una alta montagna con una fiamma che toccava il cielo......
Trovammo un'isola abitata da selvaggi. La maggior parte erano donne, avevano corpi pelosi e l'interprete ci ha detto che si chiamavano Gorilla. Abbiamo cercato di catturare qualche maschio ma non ci siamo riusciti perché si arrampicavano veloci e si difendevano tirando pietre...... A questo punto rientrammo perché stavamo terminando le riserve.

Forse Annone intraprese in seguito un altro viaggio. Lo storico Plinio il Vecchio sostiene infatti che egli abbia compiuto il periplo dell'Africa raggiungendo l'Arabia.